Termini e Condizioni Research Chemicals Team

Sommario:

Articolo 1 – Definizioni
Articele 2 – Identità dell’imprenditore
Articolo 3 – Applicabilità
Articolo 4 – L’offerta
Articolo 5 – L’accordo
Articolo 6 – Diritto di recesso
Articolo 7 – Costi in caso di recesso
Articolo 8 – Esclusione del diritto di recesso
Articolo 9 – Il prezzo
Articolo 10 – Conformità e garanzia
Articolo 11 – Consegna ed esecuzione
Articolo 12 – Durata delle transazioni: durata, risoluzione e rinnovo
Articolo 13 – Pagamento
Articolo 14 – Reclami
Articolo 15 – Controversie
Articolo 16 –  Disposizioni aggiuntive o diverse


Articolo 1 – Definizioni

In queste condizioni vengono utilizzati i seguenti termini:

  1. Periodo di tolleranza: il periodo entro il quale il consumatore può avvalersi del suo diritto di recesso;
  2. Consumatore: la persona fisica che non agisce nell’esercizio di attività professionale o imprenditoriale e un contratto a distanza con l’imprenditore;
  3. Giorno: giorno di calendario;
  4. Transazione di durata: un contratto a distanza relativo ad una serie di prodotti e/o servizi, per cui l’obbligo di consegna e/o acquisto è ripartito nel tempo;
  5. Supporto durevole: qualsiasi mezzo che consenta al consumatore o all’imprenditore di archiviare informazioni a lui indirizzate personalmente, in un modo che consenta la consultazione futura e la riproduzione inalterata delle informazioni memorizzate.
  6. Diritto di recesso: la possibilità per il consumatore di rinunciare al contratto a distanza entro il periodo di riflessione;
  7. Modello di modulo: il modulo modello di recesso che l’imprenditore mette a disposizione che un consumatore può compilare quando vuole avvalersi del suo diritto di recesso.
  8. Imprenditore: la persona fisica o giuridica che offre prodotti e/o servizi ai consumatori a distanza;
  9. Contratto a distanza: un accordo in base al quale nell’ambito di un sistema organizzato dall’imprenditore per la vendita a distanza di prodotti e/o servizi, fino alla conclusione del contratto, viene fatto uso esclusivo di una o più tecniche di comunicazione a distanza;
  10. Tecnica per la comunicazione a distanza: mezzi che possono essere utilizzati per la conclusione di un accordo, senza che il consumatore e l’imprenditore siano insieme nella stessa stanza allo stesso tempo.
  11. Condizioni Generali: le presenti Condizioni Generali dell’imprenditore.

 

 

Articolo 2 – Identità dell’imprenditore

Research Chemicals  Team
Indirizzo e-mail: info@research-chemicals-team.euNone della camera di commercio: 81011172

Se l’attività dell’Imprenditore è soggetta a un regime di licenze pertinente: i dettagli dell’autorità di vigilanza:

Se l’imprenditore esercita una professione regolamentata:

  • l’associazione o l’organizzazione professionale a cui è affiliato;
  • il titolo professionale, il luogo nell’UE o nello Spazio economico europeo in cui viene rilasciato;
  • un riferimento alle norme professionali applicabili nei Paesi Bassi e indicazioni su dove e come è possibile accedere a tali norme professionali.

 

 

Articolo 3 – Applicabilità

  1. Questi termini e condizioni generali si applicano a ogni offerta fatta dall’imprenditore e ad ogni contratto e ordine a distanza concluso tra l’imprenditore e il consumatore.
  2. Prima della concludere l’accordo a distanza, il testo delle presenti condizioni generali sarà messo a disposizione del consumatore. Se ciò non è ragionevolmente possibile, prima della stipula del contratto a distanza, verrà indicato che le condizioni generali sono disponibili per l’ispezione presso la sede dell’imprenditore e che saranno inviate al consumatore gratuitamente il prima possibile, su richiesta del consumatore.
  3. Se il contratto a distanza è concluso elettronicamente, allora, contrariamente al paragrafo precedente, e prima della stipula del contratto a distanza, il testo delle presenti condizioni generali sarà messo a disposizione del consumatore in forma elettronica in modo tale che il consumatore possa facilmente memorizzarle su un supporto dati durevole. Se ciò non è ragionevolmente possibile, prima della stipula del contratto a distanza, sarà indicato dove le condizioni generali possono essere consultate elettronicamente e che saranno inviate al consumatore gratuitamente, su sua richiesta, elettronicamente o in altro modo.
  4. Nel caso in cui oltre alle presenti condizioni generali si applichino anche condizioni specifiche di prodotto o servizio, il secondo e il terzo comma si applicano mutatis mutandis e il consumatore in caso di condizioni generali contrastanti si affida sempre alla disposizione applicabile a lui più favorevole.
  5. Se una o più disposizioni delle presenti condizioni generali in qualsiasi momento sono totalmente o parzialmente invalide o annullate, il contratto e le presenti condizioni per il resto rimangono in vigore e la disposizione in questione sarà immediatamente sostituita da una disposizione che l’ambito dell’originale per quanto possibile.
  6. Le situazioni non coperte da questi termini e condizioni generali devono essere valutate nello spirito di questi termini e condizioni generali.
  7. Le incertezze riguardanti l’interpretazione o il contenuto di una o più disposizioni dei nostri termini e condizioni devono essere interpretate nello spirito di questi termini e condizioni generali.

 

 

Articolo 4 – L’offerta

  1. Se un’offerta ha una durata limitata o è soggetta a condizioni, ciò sarà esplicitamente indicato nell’offerta.
  2. L’offerta è senza impegno. L’imprenditore ha il diritto di modificare e adattare l’offerta.
  3. L’offerta contiene una descrizione completa e accurata dei prodotti e/o servizi offerti. La descrizione è sufficientemente dettagliata da consentire al consumatore di effettuare una valutazione adeguata dell’offerta. Se l’imprenditore utilizza immagini queste sono un vero riflesso dei prodotti e / o servizi. Errori evidenti o errori evidenti nell’offerta non vincoleranno l’imprenditore.
  4. Tutte le immagini, le specifiche e le informazioni contenute nell’offerta sono indicative e non possono comportare un risarcimento o lo scioglimento del contratto.
  5. Le immagini dei prodotti sono una vera rappresentazione dei prodotti offerti. L’imprenditore non può garantire che i colori mostrati corrispondano esattamente ai colori reali dei prodotti.
  6. Ogni offerta contiene tali informazioni che è chiaro al consumatore quali diritti e obblighi sono collegati all’accettazione dell’offerta.
  7. Ciò riguarda in particolare:
  • il prezzo comprensivo di tasse; gli eventuali costi di spedizione;
  • il modo in cui l’accordo sarà concluso e quali azioni sono necessarie a tal fine;
  • se il diritto di recesso è applicabile o meno;
  • il metodo di pagamento, consegna e attuazione del contratto;
  • Il periodo per accettare l’offerta, o il periodo entro il quale l’imprenditore garantisce il prezzo;
  • Il livello della velocità di comunicazione a distanza se il costo dell’utilizzo della tecnologia per la comunicazione a distanza è calcolato su una base diversa dalla normale tariffa di base per i mezzi di comunicazione utilizzati;
  • se il contratto è archiviato dopo la sua conclusione e, in caso affermativo, in che modo può essere consultato dal consumatore;
  • il modo in cui il consumatore, prima di concludere il contratto, può verificare i dati da lui forniti nell’ambito del contratto e, se lo desidera, correggerli;
  • qualsiasi altra lingua in cui, oltre all’olandese, il contratto possa essere concluso;
  • i codici di condotta cui è soggetto il professionista e il modo in cui il consumatore può consultare tali codici di condotta per via elettronica;
  • La durata minima del contratto a distanza in caso di transazione estesa.
  • Optional: disponibili misure, colori, tipologia di materiali.

 

 

Articolo 5 – L’accordo

  1. L’accordo entra in vigore, fatte salve le disposizioni di cui al paragrafo 4, al momento dell’accettazione da parte del consumatore dell’offerta e del rispetto delle condizioni stabilite.
  2. Se il consumatore ha accettato l’offerta elettronicamente, il commerciante confermerà immediatamente la ricezione dell’accettazione elettronica dell’offerta. Finché la ricezione di questa accettazione non è stata confermata dall’imprenditore, il consumatore può sciogliere l’accordo.
  3. Se l’accordo viene creato elettronicamente, l’imprenditore adotterà misure tecniche e organizzative appropriate per proteggere la trasmissione elettronica dei dati e garantirà un ambiente web sicuro. Se il consumatore è in grado di pagare elettronicamente, l’imprenditore adotterà misure di sicurezza adeguate.
  4. L’imprenditore può – all’interno di quadri giuridici – familiarizzare con la capacità del consumatore di soddisfare i suoi obblighi di pagamento, nonché con tutti quei fatti e fattori rilevanti per una sana conclusione del contratto a distanza. Se, sulla base di questa indagine, l’imprenditore ha buone ragioni per non stipulare l’accordo, ha il diritto di rifiutare un ordine o una domanda o di allegare condizioni speciali all’attuazione.
  5. L’imprenditore sarà con il prodotto o il servizio al consumatore le seguenti informazioni per iscritto o in modo tale che il consumatore in modo accessibile possa essere memorizzato su un supporto durevole, inviare:
  6. l’indirizzo di visita dello stabilimento commerciale del professionista in cui il consumatore può presentare reclami;
  7. le condizioni alle quali e le modalità con cui il Consumatore può esercitare il diritto di recesso, ovvero una chiara dichiarazione in merito all’esclusione del diritto di recesso;
  8. le informazioni sulle garanzie e sul servizio esistente dopo l’acquisto;
  9. i dati inclusi nell’articolo 4, paragrafo 3 di queste condizioni, a meno che l’imprenditore non abbia già fornito questi dati al consumatore per l’esecuzione del contratto;
  10. I requisiti per la risoluzione del contratto se l’accordo ha una durata superiore a un anno o è indefinito.
  11. In caso di contratto di durata, la disposizione di cui al paragrafo precedente si applica solo alla prima consegna.
  12. Ogni accordo è concluso alle condizioni sospensive di una disponibilità sufficiente dei prodotti in questione.

 

 

Articolo 6 – Diritto di recesso

Al momento della consegna dei prodotti:

  1. Al momento dell’acquisto di prodotti, il consumatore ha la possibilità di sciogliere il contratto senza fornire motivazioni per 14 giorni. Questo periodo di riflessione inizia il giorno successivo al ricevimento del prodotto da parte del consumatore o di un precedente designato dal consumatore e dall’imprenditore annunciato rappresentante.
  2. Durante il periodo di riflessione il consumatore gestirà il prodotto e l’imballaggio con cura. Disimballerà o utilizzerà il prodotto solo nella misura necessaria per giudicare se desidera conservare il prodotto. Se esercita il suo diritto di recesso, restituirà il prodotto con tutti gli accessori e – se ragionevolmente possibile – nelle condizioni originali e nella confezione all’imprenditore, secondo le istruzioni ragionevoli e chiare fornite dall’imprenditore.
  3. Quando il consumatore desidera avvalersi del suo diritto di recesso, è obbligato a renderlo noto all’imprenditore entro 14 giorni dal ricevimento del prodotto. Il consumatore deve renderlo noto mediante il modello di modulo. Dopo che il consumatore ha reso noto di aver fatto uso del suo diritto di recesso, il cliente deve restituire il prodotto entro 14 giorni. Il consumatore deve dimostrare che i beni consegnati sono stati restituiti in tempo, ad esempio mediante una prova di distacco.

In caso di erogazione dei servizi:

  1. Se, al termine dei periodi specificati nei paragrafi 2 e 3, il cliente non ha indicato che desidera esercitare il suo diritto di recesso o non ha restituito il prodotto all’imprenditore, l’acquisto è un dato di fatto.
  2. Quando fornisce servizi, il consumatore può risolvere il contratto senza fornire alcun motivo per sciogliere per almeno 14 giorni, a partire dalla data di stipula del contratto.
  3. Per avvalersi del suo diritto di recesso, il consumatore si concentrerà sulle istruzioni ragionevoli e chiare fornite dall’imprenditore nell’offerta e / o al più tardi alla consegna.
  4.  

Articolo 7 – Costi in caso di recesso

  1. Se il consumatore si avvale del suo diritto di recesso, l’importo massimo che può essere addebitato è il costo della spedizione di ritorno.
  2. Se il consumatore ha pagato un importo, l’imprenditore rimborserà tale importo il prima possibile, ma al più tardi entro 14 giorni dal recesso. Ciò è soggetto alla condizione che il prodotto sia già stato ricevuto indietro dal commerciante o che possa essere fornita una prova conclusiva di restituzione completa. Il rimborso sarà effettuato tramite lo stesso metodo di pagamento utilizzato dal consumatore, a meno che il consumatore non acconsenta espressamente a un metodo di pagamento diverso.
  3. Se il prodotto è danneggiato a causa di una manipolazione negligente da parte del consumatore, il consumatore è responsabile per qualsiasi riduzione di valore del prodotto.
  4. Il consumatore non può essere ritenuto responsabile per qualsiasi riduzione del valore del prodotto se l’imprenditore non ha fornito tutte le informazioni legalmente richieste sul diritto di recesso, questo deve essere fatto prima di concludere il contratto di acquisto.

 

 

Articolo 8 – Esclusione del diritto di recesso

 

  1. Il professionista può impedire al consumatore di avere un diritto di recesso sui prodotti quali definiti ai paragrafi 2 e 3.
  2. L’esclusione del diritto di recesso si applica solo se l’imprenditore lo ha chiaramente dichiarato nell’offerta, almeno in tempo utile prima di concludere l’accordo.
  3. L’esclusione del diritto di recesso è possibile solo per i prodottiche sono stati creati dall’imprenditore in conformità con le specifiche del consumatore;
  4. Che sono chiaramente di natura personale;
  5. Che non possono essere restituiti a causa della loro natura;
  6. Che rovinano o invecchiano rapidamente;
  7. Il cui prezzo dipende dalle fluttuazioni del mercato finanziario su cui l’imprenditore non ha alcuna influenza;
  8. Per singoli giornali e riviste;
  9. Per registrazioni audio e video e software informatici di cui il consumatore ha rotto il sigillo.
  10. Per i prodotti igienici di cui il consumatore ha rotto il sigillo.
  11. L’esclusione del diritto di recesso è possibile solo per i servizi che riguardano l’alloggio, il trasporto, la ristorazione o le attività ricreative da svolgere in una determinata data o durante un determinato periodo;
  12. Di cui la consegna è iniziata con il consenso espresso del consumatore prima della scadenza del periodo di riflessione;
  13. per quanto riguarda le scommesse e le lotterie.

 

Articolo 9 – Il prezzo

  1. Durante il periodo indicato nell’offerta, i prezzi dei prodotti e / o servizi non sono aumentati, ad eccezione delle variazioni di prezzo dovute a variazioni delle aliquote IVA.
  2. Nonostante il paragrafo precedente, l’imprenditore può offrire prodotti o servizi i cui prezzi sono soggetti a fluttuazioni del mercato finanziario e sui quali l’imprenditore non ha alcuna influenza, con prezzi variabili. Questo collegamento alle fluttuazioni e al fatto che tutti i prezzi menzionati sono prezzi target saranno menzionati con l’offerta.
  3. Gli aumenti di prezzo entro 3 mesi dalla conclusione del contratto sono consentiti solo se derivano da leggi o regolamenti.
  4. Gli aumenti di prezzo a partire da 3 mesi dopo la conclusione del contratto sono consentiti solo se l’imprenditore lo ha stipulato e:
  5. sono il risultato di regolamenti o disposizioni di legge; o
  6. il consumatore è autorizzato a recedere dal contratto il giorno in cui l’aumento del prezzo ha effetto.
  7. I prezzi indicati nell’offerta di prodotti o servizi sono comprensivi di IVA.
  8. Tutti i prezzi sono soggetti a errori di stampa ed errori tipografici. Per le conseguenze di errori di stampa non è accettata alcuna responsabilità. In caso di errori di stampa l’imprenditore non è obbligato a consegnare il prodotto al prezzo sbagliato.

 

Articolo 10 – Conformità e garanzia

  1. L’imprenditore garantisce che i prodotti e / o servizi soddisfano l’accordo, le specifiche elencate nell’offerta, i ragionevoli requisiti di affidabilità e / o usabilità e alla data della conclusione dell’accordo disposizioni legali esistenti e / o regolamenti governativi. Se concordato, l’imprenditore garantisce anche che il prodotto è adatto per un uso diverso dal normale.
  2. Una garanzia fornita dall’imprenditore, dal produttore o dall’importatore non pregiudica i diritti legali e le rivendicazioni che il consumatore ai sensi dell’accordo può far valere nei confronti dell’imprenditore.
  3. Eventuali difetti o prodotti consegnati erroneamente devono essere segnalati per iscritto all’imprenditore entro 2 mesi dalla consegna. La restituzione dei prodotti deve essere nella confezione originale e in condizioni nuove.
  4. Il periodo di garanzia dell’imprenditore corrisponde al periodo di garanzia del produttore. Tuttavia, l’imprenditore non è mai responsabile per l’idoneità finale dei prodotti per ogni singola applicazione da parte del consumatore, né per eventuali consigli riguardanti l’uso o l’applicazione dei prodotti.
  5. La garanzia non si applica se:
  6. Il consumatore ha riparato e/o modificato egli stesso i prodotti consegnati o li ha fatto riparare e/o modificare da terzi;
  7. I prodotti consegnati sono stati esposti a condizioni anomale o comunque maneggiati con noncurazione o in violazione delle istruzioni dell’imprenditore e / o sulla confezione;
  8. L’inadeguatezza è in tutto o in parte il risultato di regolamenti governativi che sono stati o saranno imposti sulla natura o sulla qualità dei materiali utilizzati.

 

 

Articolo 11 – Consegna e attuazione

  1. L’imprenditore prenderà la massima cura possibile nel ricevere ed eseguire ordini di prodotti e nel valutare le domande per la fornitura di servizi.
  2. Il luogo di consegna è l’indirizzo che il consumatore ha reso noto all’azienda.
  3. Fermo tempo di cui al paragrafo 4 del presente articolo, la società ha accettato gli ordini rapidamente ma non oltre 30 giorni, a meno che il consumatore non abbia accettato un periodo di consegna più lungo. Se la consegna è stata ritardata, o se un ordine non può essere eseguito o può essere eseguito solo parzialmente, il Consumatore ne sarà informato entro 30 giorni dall’effettuarlo. Il consumatore in tal caso ha il diritto di recedere dal contratto senza penalità. Il consumatore non ha diritto a un risarcimento.
  4. Tutti i termini di consegna sono indicativi. Il consumatore non può derivare alcun diritto da qualsiasi data di consegna menzionata. Il superamento di un termine non dà diritto al consumatore a un risarcimento.
  5. In caso di scioglimento ai sensi del paragrafo 3 di questo articolo, l’imprenditore rimborserà l’importo pagato dal consumatore il prima possibile ma almeno entro 14 giorni dallo scioglimento.
  6. Se la consegna di un prodotto ordinato risulta impossibile, l’imprenditore farà uno sforzo per fornire un articolo sostitutivo. Al più tardi al momento della consegna, verrà segnalato in modo chiaro e comprensibile che viene consegnato un articolo sostitutivo. Con gli articoli sostitutivi, il diritto di recesso non può essere escluso. Il costo di qualsiasi spedizione di ritorno è a carico dell’imprenditore.
  7. Il rischio di danni e / o perdita di prodotti spetta all’imprenditore fino al momento della consegna al consumatore o a un rappresentante pre-designato e annunciato dall’imprenditore, se non diversamente ed espressamente concordato.

 

Articolo 12 – Operazioni di durata: durata, risoluzione e rinnovo

Terminazione

  1. Il consumatore può stipulare un contratto a tempo indeterminato e che si estende alla regolare consegna di prodotti (compresa l’energia elettrica) o servizi, in qualsiasi momento, denunciare le norme di risoluzione applicabili e un preavviso non superiore a un mese.
  2. Il consumatore può contrarre per un periodo definito e che si estende alla regolare consegna di prodotti (compresa l’energia elettrica) o servizi, in qualsiasi momento al termine del termine determinato denunciare le norme di risoluzione applicabili e un preavviso non superiore a un mese.
  3. Il consumatore può gli accordi menzionati nei paragrafi precedenti:
  4. terminare in ogni momento e non essere limitato alla risoluzione in un momento specifico o in un periodo specifico;
  5. almeno annullare nello stesso modo in cui sono stati inseriti da lui;
  6. terminarli sempre con lo stesso preavviso che l’imprenditore ha stipulato per se stesso.

Extension

  1. Un contratto per un periodo definito e che si estende alla consegna regolare di prodotti (compresa l’elettricità) o servizi, non può essere prorogato o rinnovato tacitamente per un periodo definito.
  2. In deroga al comma precedente, un contratto a tempo determinato concluso per la fornitura regolare di quotidiani o settimanali e riviste può essere tacitamente rinnovato per un periodo massimo di tre mesi, se il consumatore può recedere dal contratto rinnovato verso la fine del rinnovo con un preavviso non superiore a un mese.
  3. Un contratto a tempo determinato, che si estende alla consegna regolare di prodotti o servizi, può essere prorogato tacitamente a tempo indeterminato solo se il consumatore può recedere in qualsiasi momento con un preavviso massimo di un mese e un preavviso fino a tre mesi se il contratto riguarda il regolare,  ma meno di una volta al mese, consegna di quotidiani, notizie e settimanali e riviste.
  4. Un contratto a durata limitata per la fornitura regolare, a titolo introduttivo, di quotidiani o settimanali e riviste (abbonamento di prova o introduttivo) non è tacitamente continuato e termina automaticamente al termine del periodo di prova o introduttivo.

 

Durata

  • Se un contratto dura più di un anno, dopo un anno il consumatore può in qualsiasi momento recedere con un preavviso massimo di un mese, a meno che ragionevolezza e correttezza non si oppongono alla risoluzione prima della fine del termine concordato.

 

Articolo 13 – Pagamento

 

  1. Nella misura in cui non sia stata concordata un’altra data, le somme dovute dal consumatore dovrebbero essere pagate entro 7 giorni lavorativi dall’inizio del periodo di riflessione, di cui all’articolo 6, paragrafo 1. In caso di accordo per la fornitura di un servizio, tale periodo inizia dopo che il consumatore ha ricevuto la conferma del contratto.
  2. Il consumatore ha il dovere di inesattezze nei dati forniti o di pagamento specificato immediatamente all’operatore per la segnalazione.
  3. In caso di mancato pagamento da parte del consumatore, l’imprenditore ha il diritto, fatte salve le limitazioni di legge, di addebitare i costi ragionevoli precedentemente annunciati al consumatore.

 

Articolo 14 – Procedura di reclamo

 

  1. L’imprenditore ha una procedura di reclamo sufficientemente pubblicizzata e gestisce il reclamo in conformità con questa procedura di reclamo.
  2. I reclami sull’attuazione dell’accordo devono essere descritti in modo completo e chiaro e presentati all’imprenditore entro 2 mesi dal momento in cui il consumatore ha riscontrato i difetti.
  3. I reclami presentati all’imprenditore riceveranno risposta entro un periodo di 14 giorni, calcolato dalla data di ricezione. Se un reclamo richiede un tempo di elaborazione prevedibile più lungo, l’imprenditore risponderà entro il termine di 14 giorni con un messaggio di ricezione e un’indicazione quando il consumatore può aspettarsi una risposta più dettagliata.
  4. Se il reclamo non può essere risolto di comune accordo, sorge una controversia soggetta alla procedura di risoluzione delle controversie.
  5. In caso di reclami, un consumatore dovrebbe prima rivolgersi all’imprenditore. Se il negozio è affiliato a Stichting WebwinkelKeur e i reclami non possono essere risolti di comune accordo, il consumatore deve contattare Stichting WebwinkelKeur (webwinkelkeur.nl), che media gratuitamente. Controlla se questo negozio ha un abbonamento in corso tramite https://www.webwinkelkeur.nl/ledenlijst/. Se non esiste ancora una soluzione, il consumatore ha la possibilità di lasciare che il suo reclamo sia gestito dalla commissione indipendente di risoluzione delle controversie nominata da Stichting WebwinkelKeur, la sentenza è vincolante e sia l’imprenditore che il consumatore accettano questa decisione vincolante. Presentare una controversia a questo comitato per le controversie sono costi che i consumatori devono pagare al comitato. È anche possibile presentare reclami tramite la piattaforma europea ODR (http://ec.europa.eu/odr).
  6. Un reclamo non sospende gli obblighi dell’imprenditore, a meno che l’imprenditore non indichi diversamente per iscritto.
  7. Se un reclamo è ritenuto giustificato dall’imprenditore, l’imprenditore, a sua discrezione, sostituirà o riparerà gratuitamente i prodotti consegnati.

 

Articolo 15 – Controversie

Sugli accordi tra l’imprenditore e il consumatore a cui si applicano le presenti condizioni generali, solo la legge olandese. Anche se il consumatore vive all’estero. La Convenzione di Vienna sulle vendite non si applica.

Articolo 16 – Disposizioni aggiuntive o diverse

Ulteriori disposizioni o disposizioni che si discostano dalle presenti condizioni generali, non possono andare a scapito del consumatore e dovrebbero essere registrate per iscritto o in modo tale che il consumatore possa essere memorizzato in modo accessibile su un supporto dati durevole.

 

 

it_IT